logo di stampa italiano
 
 
Sei in: Il Gruppo Hera » Titolo in Borsa

Andamento del titolo Hera in Borsa

Il 26 giugno 2003 Hera si è quotata alla borsa valori di Milano nel segmento blue chip offrendo 350,75 milioni di azioni (pari al 45% del capitale sociale) ad un prezzo di collocamento di 1,25 euro per azione ottenendo richieste di acquisto da oltre 170 investitori italiani ed internazionali che superavano di 2,4 volte l’offerta.

Le fusioni realizzate negli anni con società del settore, la costante crescita dei risultati di bilancio e le prospettive di crescita incluse nei piani industriali e le fusioni realizzate negli anni con società del settore hanno permesso al titolo di outperformare, fin dalla quotazione, sia il mibtel, che l’indice delle local utility italiane e di chiudere nell’ultima seduta di febbraio 2008 con una performance del +137% rispetto al prezzo di collocamento.

 
Stock Performance
 

Nel 2007 i mercati finanziari hanno invertito la tendenza al rialzo mantenuta negli ultimi 5 anni ed hanno segnato andamenti volatili influenzati dai timori dell’incremento dell’inflazione, dell’aumento dei tassi di interesse e del prezzo del petrolio, giunto ai massimi storici. I listini mondiali sono stati influenzati negativamente anche dal fenomeno dei mutui sub-prime che ha travolto il sistema finanziario e che costituisce ancora oggi la principale preoccupazione delle autorità politiche e finanziarie mondiali.

In questo scenario, il titolo Hera ha chiuso il 2007 a3,055 euro con un trend in leggera flessione rispetto all’inizio dell’anno (-7.3%), ma con una performance tuttavia migliore del Mibtel (-7,7%). La solidità finanziaria e il basso profilo di rischio che caratterizza Hera ha permesso di contenere significativamente gli effetti negativi dei mercati che invece ha avuto pesanti ricadute su molte società quotate italiane.