logo di stampa italiano
 
 
Sei in: Il Gruppo Hera » Lettera agli Azionisti

Lettera agli azionisti

Gentili Azionisti,

presentiamo oggi i risultati conseguiti dalla Vostra azienda nel suo quinto anno di attività.

Si è trattato di un anno che ha presentato una impegnativa complessità per la realizzazione di quanto previsto dal Piano Industriale i cui risultati, seppur nella loro positività, sono stati condizionati soprattutto dalle particolari condizioni metereologiche del primo semestre che hanno limitato le vendite nei settori del gas e del teleriscaldamento rispetto ai valori tradizionalmente conseguiti.

La crescita del margine operativo è stata comunque superiore al 6% ed è stata conseguita grazie ai buoni risultati del settore elettrico e al complessivo impegno della struttura per proseguire il processo di efficientamento interno.

Non vi sono stati infatti contributi da espansione del perimetro geografico di attività in quanto le due iniziative definite nel 2007 (acquisizione di Sat di Sassuolo e ampliamento di Aspes di Pesaro all'area di Urbino) hanno prodotto effetti contabili soltanto a partire dal 1° gennaio 2008.

Lo scenario del settore, guidato soprattutto dalle tematiche concernenti l'area dell'energia, ha visto realizzarsi ulteriori processi di concentrazione sia a livello europeo che sul territorio nazionale.

Particolarmente impegnativo, come previsto, è risultato il livello dell'investimento operativo (464 milioni di euro) concentrato soprattutto nei settori idrico e ambientale. L'entità di detto sforzo è destinata ad un necessario contenimento nel prossimo triennio, seppur su livelli ancora cospicui, grazie al progressivo completamento dell'impiantistica del settore dell'ambiente.

Su quest'ultimo versante sono stati completati gli impianti di Ferrara e Forlì cosi come è intervenuta, in corso d'anno, l'attivazione delle due centrali elettriche campane che hanno significativamente rafforzato la presenza della società nel settore dell'energia elettrica.

Il valore della capitalizzazione del Gruppo ha subito nel 2007 una limitata correzione (-7,3%) in parte riconducibile al risultato particolarmente brillante verificatosi nell'anno precedente ma, soprattutto, dovuta alle prime avvisaglie delle difficoltà dei mercati azionari internazionali che si sono poi manifestate, con più robusta entità, nel primo trimestre del corrente anno.

Sul versante dei servizi è stata completata, come previsto, per le province di Ferrara e Modena l'unificazione dei sistemi informatici del Gruppo sui quali continuerà l'azione di consolidamento e innovazione anche nei prossimi anni.

Vi segnalo infine che nel quadro delle iniziative rivolte al mondo degli stakeholders del Gruppo, per la prima volta quest'anno vi è la pubblicazione contestuale dei risultati economici di bilancio e del bilancio di sostenibilità a garanzia anche formale della costante saldatura esistente tra tali due componenti fondamentali dell'azione del Gruppo.

In un contesto di difficoltà economica generale sul quale l'andamento del costo delle materie prime e il conseguente impatto sugli oneri a carico dei clienti non ha agevolato una corretta percezione da parte degli stessi degli sforzi compiuti dall'azienda sul versante dell'efficienza e del contenimento dei costi, l'impegno ad una costate azione di informazione e comunicazione è stato accresciuto al fine di mantenere trasparente e, apprezzato, l'attività della Società da parte del territorio e dei clienti.

Rivolgo infine un particolare ringraziamento al Consiglio di Amministrazione e al Collegio Sindacale che completano oggi il triennio della loro attività nonché a tutti i dipendenti per l'attività svolta, con l'auspicio che il Gruppo possa continuare anche in futuro la positiva sequenza di risultati raggiunti anche attraverso la capacità di cogliere ulteriori opportunità di crescita.

Il Presidente
del Consiglio di Amministrazione

(Dott. Tomaso Tommasi di Vignano)