logo di stampa italiano
 
 
Sei in: Il Gruppo Hera » Strategia » Crescita esterna

La strategia di crescita esterna

La strategia di crescita per linee esterne ha condotto ad una crescita dell'Ebitda in cinque anni pari a 114 milioni di euro attraverso la conclusione di un significativo numero di operazioni di fusione e acquisizione.

La strategia di espansione per linee esterne è avvenuta secondo due direttrici principali: l'espansione attraverso aggregazioni di aziende multi-business attive in aree contigue e l'integrazione a monte nella filiera delle attività liberalizzate.

La linea di sviluppo multi-business ha interessato cinque aziende, quattro delle quali nella regione Emilia Romagna.

(ml€)

Integrazione

Ricavi

Mol

Agea

2004

14425
Meta

2005

27865
Aspes

2006

9013
Geat 

2006

132
Sat

2008

6212

Le operazioni di acquisizione di Geat (Riccione), Agea (Ferrara), Meta (Modena) e Sat (Sassuolo, Modena) hanno permesso al Gruppo di raggiungere una copertura del 70% del territorio della regione nelle attività che costituiscono i business principali di Hera. Replicando il modello di aggregazione originario di Hera, queste operazioni sono state realizzate attraverso l'integrale fusione per incorporazione delle società in Hera, avvenuta prevalentemente con concambi azionari.

Hera ha inoltre valicato i confini dell'Emilia Romagna nelle Marche acquisendo una partecipazione in Marche Multiservizi, nata dalla fusione tra Aspes Multiservizi Spa di Pesaro e Megas di Urbino, che costituisce la realtà multi-utility più significativa della regione.

La strategia di ulteriore espansione multi-business e l'identificazione di alcuni player nazionali con cui realizzare il progetto hanno ottenuto largo consenso presso gli investitori sia privati che pubblici. Gli azionisti pubblici di Hera hanno recentemente dato ampio mandato al management di avviare i contatti con le principali aziende multi-utility quotate che hanno espresso nel recente passato il loro interesse a diventare possibili partner strategici di Hera.

Negli ultimi cinque anni, a fianco di operazioni nell'ambito di uno sviluppo multi-business, sono state realizzate operazioni di M&A anche su aziende mono-business per il rafforzamento delle attività liberalizzate nella gestione dei rifiuti speciali e delle attività energetiche.

L'espansione dell'attività di vendita e distribuzione gas è avvenuta attraverso l'acquisizione di alcune società di medio-piccole dimensioni operanti nel mercato di riferimento che hanno portato ad una penetrazione di oltre il 90% del territorio servito.

Acquisizioni nel settore gas

Attività

Proprietà

Argile Gas (Bologna)

Vendita

100,0%

Gasgas (Ferrara)

Vendita

100,0%

Tecnometano (Ferrara)

Distribuzione

100,0%

TS Distribuzione (Bologna)

Distribuzione

100,0%

TS Energia (Bologna

Vendita

100,0%

SGR Servizi (Rimini)

Vendita

29,6%

Geat Gas (Riccione)

Vendita e distribuzione

100,0%

Nel 2007 Hera ha inoltre aumentato la propria partecipazione fino al 10,4%, in joint venture con altri operatori internazionali, nel capitale sociale della società Galsi costituita per la costruzione di un gasdotto Algeria-Italia. La partecipazione a questo progetto ha permesso al Gruppo di concludere un contratto di 15 anni per l'importazione di 1 miliardo di metri cubi di gas direttamente dall'Algeria.

Nel settore elettrico Hera ha acquisito nel 2003 una partecipazione indiretta pari al 5,5% in Tirrenopower Spa e, nel 2004, una partecipazione del 15% in Calenia Energia (società dedicata alla costruzione di un impianto Ccgt da 800 megawatt a Sparanise in Campania) ed una del 39% in Set Spa (società dedicata alla costruzione di un impianto Ccgt da 400 megawatt a Teverola in Campania). Nel 2006 è stata inoltre acquisita da Enel la rete di distribuzione elettrica in 18 comuni della provincia di Modena rafforzando anche la parte regolamentata del business.

I piani di investimento 2007-2010 del Gruppo prevedono la costruzione di un nuovo impianto Ccgt cogenerativo a Imola con una capacità installata di 80 megawatt. Tutte queste iniziative portano a coprire un'importante quota della domanda di fornitura dei clienti con produzione propria di energia elettrica che il Gruppo mira a portare fino al perfetto equilibrio nei prossimi anni.

Acquisizioni nel settore elettrico

Capacità installata

Proprietà

Tirreno Power

Generazione (2.600 MW)

5,5%

Calenia Energia

Generazione (800 MW)

15,0%

Set

Generazione (400 MW)

39,0%

Rete energia elettrica (prov. di Modena)

Distribuzione

100,0%

Nel business dei rifiuti Hera ha rafforzato la propria leadership con l'acquisizione di Centro Ecologia Ambiente di Ravenna dal Gruppo Eni, che ha apportato un impianto Wte dedicato ai rifiuti speciali: questa operazione ha completato la gamma di servizi offerti nel trattamento dei rifiuti speciali.

Questa strategia di integrazione a monte ha permesso al Gruppo di offrire una gamma più ampia di servizi qualificati e competitivi che si è rilevata uno strumento efficace per aumentare il grado di fidelizzazione della propria clientela e costituisce una via di ulteriore possibile sviluppo anche per il futuro.